Detto
Ad litteram
Significato
Keywords
Filter by Custom Post Type
Filter by Categories
Categorie
altro
amicizia
amori
animali
arti
campagna
casa
comportamenti
comprare
coniugi
donna
economia
famiglia
figli
fortuna
furbizia
gioventu
lavoro
leggi
luoghi
maledizioni
mare
medicine
pericoli
personaggi
purezza
relazioni
religione
ricchezza
stagioni
suggerimenti
uomo
vecchiaia
vendere
wellerismo
Tipologie
detti
espressioni
lemmi

Accattarse ‘o ccaso

0

Trappole-per-topi-rattiLetteralmente: portarsi via il formaggio.

Alla prima lettura di questa espressione si è portati a pensare che si tratti un banale acquisto di qualche prodotto caseario in una salumeria: ma non è così!

Tutti sanno che in napoletano accattà significa comprare, come illustrato, ad esempio nelll’espressione “mannà a accattà ‘o ttozzabancone“: in questo caso, tuttavia, dobbiamo tener conto dell’esatta etimologia del termine che deriva dal latino adcaptare, ossia portare via.

Quindi l’espressione non fa riferimento agli acquisti fatti dal salumiere, bensì all’infinita battaglia tra l’uomo e… il topo!

Uno dei più antichi sistemi di cattura di questo fastisioso roditore era rappresentato dall’uso di trappole: generalmente per attirare il topo veniva collocato al centro della trappola un pezzettino di formaggio (‘o ccaso) del quale questi animali sono ghiotti.

I topi sono tra gli animali più intelligenti e organizzati sicchè, non di rado, a vincere la battaglia con la trappola sono proprio loro, riuscendo a sottrarre il pezzo di formaggio e fuggir via con l’esca, prima che l’infernale trappola scatti.

Quindi avete capito perchè quando diciamo ” ‘o sorice s’è accattato ‘o ccaso” significa che questi ha subodorato il pericolo, ma è riuscito nel suo intento sottraendo il pezzo di formaggio!

In altre parole quando qualcuno riesce ad uscire indenne da situazioni pericolo, magari ribaltandole a suo favore fa proprio questo: s’accatta ‘o caso!

 

Giovanni Vitiello

Orgogliosamente napoletano, da tempo emigrato consapevole, è un dirigente di un gruppo bancario internazionale e si occupa di comunicazione e gestione della conoscenza aziendale. Vive tra Milano (lavoro) e Verona (famiglia) ed è tra i promotori dell'iniziativa "Dettinapoletani". Ha due grandi passioni: Napoli e il Napoli.