Detto
Ad litteram
Significato
Keywords
Filter by Custom Post Type
Filter by Categories
Categorie
altro
amicizia
amori
animali
arti
campagna
casa
comportamenti
comprare
coniugi
donna
economia
famiglia
figli
fortuna
furbizia
gioventu
lavoro
leggi
luoghi
maledizioni
mare
medicine
pericoli
personaggi
purezza
relazioni
religione
ricchezza
stagioni
suggerimenti
uomo
vecchiaia
vendere
wellerismo
Tipologie
detti
espressioni
lemmi

Brutta battuta d’arresto: Bologna – Napoli 3-2

0

20151206_112608_B9Giornata che si palesa subito negativa allorché Koulibaly atterra un avversario ai limiti dell’area.

Azzurri che tentano di imbastire il loro gioco e che costruiscono una palla gol con Callejon parata da Mirante.

Subito dopo primo gol di Destro, che parte in fuorigioco, trova una prateria superando Albiol e mette dentro per l’1-0.

Il Bologna gioca decisamente meglio, difende con ordine e prende possesso del centrocampo sfruttando gli spazi.

A ben vedere mi sembra di rivedere la partita di ieri di Premiere League tra Stoke City e Manchester City che ha visto prevalere i modesti padroni di casa contro una squadra che lotta per la vetta, ma che lasciava eccessivo campo agli avversari.

Pochi minuti e raddoppio di Rossettini completamente solo di testa su calcio d’angolo.

Il Napoli non c’è: Hisay spesso superato, Allan affaticato, Insigne e Higuain sovrastati dalla difesa rosso-blu, Hamsik che ci mette tanta buona volontà ma non incide.

Palo di Callejon che ormai non riesce più segnare: occorre un esorcismo.

Nella ripresa gli azzurri tentano  di accorciare il risultato: Hamsik la dà a Higuain che spara alto.

Altra palla gol per Allan che penetra da solo palla al piedi ad ancora per Callejon a due passi dalla linea di porta.

A questo punto arriva il tiro di Destro che Pepe Reina non trattiene, e se anche Reina non c’è vuol dire che oggi non è proprio cosa.

Si rivede Mertens subentrato a Callejon.

Gli Azzurri dopo la doppietta di Higuain con l’Inter hanno subito 4 gol di fila, sono apparsi stanchi fisicamente e mentalmente.

Per fortuna ci pensa sempre Pipita con una bella girata a volo a fine gara a interrompere questa pessima filiera e al 90° a raddoppiare di forza.

Tuttavia è tardi per rimontare.

La battuta d’arresto non rappresenta una tragedia ma deve far riflettere il tecnico e la dirigenza perché a parere di chi scrive servirebbe qualche rinforzo per questo Napoli troppo dipendente da Higuain, al fine di non sprecare questa stagione agonistica.

Mario Scalella

Nato a Napoli, vive a Milano dall’anno del primo scudetto azzurro. Laureato in giurisprudenza, lavora presso l’ufficio legale di un noto gruppo bancario. Ha giocato a calcio, ottenendo migliori risultati nel canottaggio e nella pallanuoto nel cui ambito ha anche maturato esperienza da dirigente sportivo. Ha collaborato con WaterpolOnline ed altre testate sul web che si occupano di sport, di Napoli e di napolitudine.

Lascia un commento...