Detto
Ad litteram
Significato
Keywords
Filter by Custom Post Type
Filter by Categories
Categorie
altro
amicizia
amori
animali
arti
campagna
casa
comportamenti
comprare
coniugi
donna
economia
famiglia
figli
fortuna
furbizia
gioventu
lavoro
leggi
luoghi
maledizioni
mare
medicine
pericoli
personaggi
purezza
relazioni
religione
ricchezza
stagioni
suggerimenti
uomo
vecchiaia
vendere
wellerismo
Tipologie
detti
espressioni
lemmi

Buona la seconda in Europa: Legia – Napoli 0-2

0

20151001_107998_29LEGIA VARSAVIA – NAPOLI 0 - 2

Prima trasferta europea per gli Azzurri: Sarri rinuncia a Reina, Hysaj, Albiol, Jorginho, Hamsik, Insigne e Higuain.

Dentro Gabriel, Maggio, Chiriches, Valdifiori, Lopez, Mertens e Gabbiadini.

Netta superiorità a centrocampo del Napoli che pressa e ruba palla, puntando verso la porta avversaria con buoni scambi e denotando buone doti di palleggio.

Tuttavia mancano le triangolazioni palla a terra tra Hamsik, Insigne e Higuain, con Valdifiori che verticalizza lungo ma trova Gabbiadini spesso davanti all’avversario e talvolta in fuori gioco.

In definitiva nel primo tempo gli azzurri denotano scarso peso offensivo contro i polacchi che appaiono soprattutto interdittori, sebbene nel loro campionato abbiano segnato tante reti.

Unica vera occasione: un tiro di Lopez a portiere battuto respinto sulla linea da Pazdan.

Nei primi minuti della ripresa finalmente un’azione meno prevedibile con palla a sinistra a Callejon che supera l’avversario e la poggia sulla testa di Mertens: il belga non salta nemmeno, si limita a deviare in rete per lo 0-1.

I polacchi reagiscono, conquistano qualche calcio d’angolo e Maggio coglie la traversa … della porta sbagliata, ma danno la stura ai contropiedi azzurri.

Entra El Kaddouri al posto di Mertens: il Napoli costruisce parecchie palle gol con Valdifiori, Gabbiadini e Allan, il Varsavia appare alle corde ma il risultato regge col minimo vantaggio azzurro.

In campo Higuain per Callejon.

All’83° parte un contropiede, Higuain triangola con El Kaddouri che restituisce la palla all’argentino, mettendola in banca: movimento palla al piede già visto in campionato e gol capolavoro del Pipita: 0-2 davvero meritato.

Fuori l’ottimo Allan ed esordio del giovane Chalobah. All’87° il portiere del Legia nega la gioia del gol a Manolo Gabbiadini mettendo in corner un forte tiro da fuori area.

Buon Napoli, con Allan e Higuain sugli scudi: la squadra ha brillato per la determinazione, la voglia di vincere anche se nel primo tempo ci ha messo poca fantasia.

Pipita Higuain scatenato: il Milan è avvisato.

Del Legia il migliore in campo il pubblico: veramente ammirevole e capace di intimidire chiunque, ma non questo Napoli.

 

 

Mario Scalella

Nato a Napoli, vive a Milano dall’anno del primo scudetto azzurro. Laureato in giurisprudenza, lavora presso l’ufficio legale di un noto gruppo bancario. Ha giocato a calcio, ottenendo migliori risultati nel canottaggio e nella pallanuoto nel cui ambito ha anche maturato esperienza da dirigente sportivo. Ha collaborato con WaterpolOnline ed altre testate sul web che si occupano di sport, di Napoli e di napolitudine.