Detto
Ad litteram
Significato
Keywords
Filter by Custom Post Type
Filter by Categories
Categorie
altro
amicizia
amori
animali
arti
campagna
casa
comportamenti
comprare
coniugi
donna
economia
famiglia
figli
fortuna
furbizia
gioventu
lavoro
leggi
luoghi
maledizioni
mare
medicine
pericoli
personaggi
purezza
relazioni
religione
ricchezza
stagioni
suggerimenti
uomo
vecchiaia
vendere
wellerismo
Tipologie
detti
espressioni
lemmi

Grigliata mista di mare

0

grigliata-mista-di-mareGrande piatto e grandi sapori di mare.

 

 

 

Ingredienti (per 8 persone)

  • 2 kg di pesce misto a scelta (seppioline, totanetti, scampi, gamberoni, seppioline, spigola, rombo, rana pescatrice, ecc)
  • 1 spicchio d’aglio
  • prezzemolo tritato
  • sale
  • olio extravergine d’oliva
  • 2 limoni tagliati in quarti

Esecuzione
Pulite e lavate i pesci senza eliminare le squame, pulite e lavate i molluschi e i crostacei e preparate la brace (se siete all’aperto o avete un camino), oppure se siete a casa, può bastare una griglia o una piastra di ghisa abbastanza grande.

Se siete in casa e avete scelto la piastra di ghisa, preriscaldatela dopo averla strofinata con un pò d’aglio (mi raccomando poco aglio per non perdere e alterare il sapore del pesce).

Cuocete nell’ordine le seppioline, i “totanetti”, poi i pesci, infine i crostacei.

Ricordate che i tempi di cottura del pesce sono sempre abbastanza brevi (la cottura prolungata li porta a seccarsi).

an mano che cuocete disponete il pesce cotto in una teglia da forno che terrete in caldo (almeno a 80 gradi).

Diliscate il pesce e servite su un vassoio ovale molto grande il pesce, le seppie i “totanetti” e i crostacei; condite con un pò d’olio di oliva extravergine, e guarnite con prezzemolo fresco e il limone tagliato in quarti.

Nota
Con questo piatto consiglio un’ottima Ribolla gialla del Collio o un grande Greco di Tufo delle colline Avellinesi.

Mimmo Corcione

Non è un cuoco ma è un grande appassionato di cucina. E’ un buongustaio e buon conoscitore delle ricette tipiche regionali. E’ nato a Boscotrecase (Napoli) il 1946 sotto il segno dell’Acquario e per tutta la sua vita si è dedicato alla matematica e l’informatica. Da quanto è andato in pensione, si dedica con passione a raccogliere antiche ricette e a cucinarle (per i sui cari) nella loro versione originale. Si definisce un “viaggiatore del gusto poco distratto” . Da anni sostiene la battaglia contro il “fast food” e ritiene che anche la preparazione di un semplice panino richieda “arte, passione e tempo”. Ama i Beatles e Hitchcock.