Detto
Ad litteram
Significato
Keywords
Filter by Custom Post Type
Filter by Categories
Categorie
altro
amicizia
amori
animali
arti
campagna
casa
comportamenti
comprare
coniugi
donna
economia
famiglia
figli
fortuna
furbizia
gioventu
lavoro
leggi
luoghi
maledizioni
mare
medicine
pericoli
personaggi
purezza
relazioni
religione
ricchezza
stagioni
suggerimenti
uomo
vecchiaia
vendere
wellerismo
Tipologie
detti
espressioni
lemmi

Il Napoli evita le forche caudine: 0-2 al Benevento

0

3527607_b4Benevento – Napoli 0-2
Il Benevento ha cambiato 2/3 della squadra attingendo all’usato garantito proveniente prevalentemente dai Balcani.
Il tasso tecnico dei sanniti è certamente migliorato, grazie anche all’allenatore de Zerbi, tuttavia oggi i giallorossi hanno messo in campo una partita di grande agonismo.
Troppo poco, peraltro, per fermare il Napoli che dopo aver concesso 10′ ai padroni di casa prende in mano le redini del gioco impossessandosi della palla senza più concederla agli avversari fino all’intervallo.
Dopo la traversa interna di Insigne (per il resto, oggi, un pò abulico) ed un’occasionissima per Hamsik, arriva la palombella di Mertens che stoppa la palla in area sbilanciando il difensore e quindi insacca.
Per il resto molta costruzione e poche conclusioni anche per un eccesso di leziosità e di colpi di tacco.
La ripresa si riapre con un Napoli arrembante: palla persa dai difensori sanniti e Callejon fa un perfetto cross raso per l’accorrente Hamsik che da due passi non può sbagliare, ed infatti non sbaglia.
Raggiunto il doppio vantaggio si assiste a qualcosa cui non siamo abituati: il Napoli si è visibilmente accontentato ed ha cominciato un pò presto il torello.
Al Benevento, che qualche volta si è reso pericoloso, viene concesso un rigore, peraltro revocato a causa di un fuorigioco rilevato dal VAR.
Stante che alle spalle del Napoli non c’è la più importante industria metalmeccanica del Paese, nè la famiglia più potente d’Italia, nè la massoneria, personalmente interpreto la cosa come un favorevole segno del destino.
Lo stesso dicasi per l’infortunio a Mertens che, in base alle prime notizie, non dovrebbe essere eccessivamente grave.
Ennesima vittoria fuori casa, primato riagguantato e 60 punti in classifica: i ragazzi ed il coach ci credono, a questo punto un piccolo incoraggiamento da parte della Provvidenza sarebbe assolutamente gradito visto che “quelli” stanno sempre lì e non intendono mollare.

Mario Scalella

Nato a Napoli, vive a Milano dall’anno del primo scudetto azzurro. Laureato in giurisprudenza, lavora presso l’ufficio legale di un noto gruppo bancario. Ha giocato a calcio, ottenendo migliori risultati nel canottaggio e nella pallanuoto nel cui ambito ha anche maturato esperienza da dirigente sportivo. Ha collaborato con WaterpolOnline ed altre testate sul web che si occupano di sport, di Napoli e di napolitudine.