Detto
Ad litteram
Significato
Keywords
Filter by Custom Post Type
Filter by Categories
Categorie
altro
amicizia
amori
animali
arti
campagna
casa
comportamenti
comprare
coniugi
donna
economia
famiglia
figli
fortuna
furbizia
gioventu
lavoro
leggi
luoghi
maledizioni
mare
medicine
pericoli
personaggi
purezza
relazioni
religione
ricchezza
stagioni
suggerimenti
uomo
vecchiaia
vendere
wellerismo
Tipologie
detti
espressioni
lemmi

Il Napoli prosegue la corsa: 3-1 al Sassuolo

0

AFP_755UP-U43030410509211AiE-U431401043916337CxF-304x232@Corriere-Web-NazionaleIl Napoli non può fermarsi a festeggiare il titolo d’inverno ed incontra subito una grande: anche se si tratta della squadra di una cittadina che non è nemmeno capoluogo di provincia, anche se non ha una grande tradizione, il Sassuolo  al momento a parere di chi scrive è la terza forza del campionato, gioca di gran lunga meglio di Inter e Roma ed è alla pari con la Fiorentina.

All’andata gli emiliani sconfissero meritatamente gli Azzurri, anche se i ragazzi di Sarri non avevano ancora trovato la quadra, oggi hanno dato molto filo da torcere al Napoli nonostante la Capolista abbia senz’altro meritato la vittoria per la caparbia voglia di vincere, l’alto tasso tecnico ed ovviamente il centravanti più forte del mondo: Pipita Higuain.

Le cose partono male: due minuti ed errore di Hisay e Albiol che atterra il forte Sansone: rigore e gol di Falcinelli.

Gli azzurri non si abbattono e cominciano a macinare gioco sull’asse Allan – Jorginho – Hamsik.

Si gioca soprattutto sulla fascia sinistra e ciò agevola gli inserimenti di Callejon, alquanto libero: infatti lo spagnolo raccoglie di testa il suggerimento di Insigne e al 19° raggiunge il pareggio.

Si riparte, sorretti dal tifo dei 50.000 del San Paolo infreddoliti ma entusiasti e al 42° Hamsik dalla linea di fondo, stessa posizione dell’assist di Insigne sull’azione del primo gol, imbecca Higuain che da due passi non perdona: 2-1.1487025_S4

Nella ripresa il Napoli continua ad attaccare e cerca anche di addormentare il gioco con una fitta rete di passaggi, tuttavia il Sassuolo preoccupa e conquista tanti calci d’angolo.

Nei minuti di recupero Reina, che nel 1° tempo era stato autore di un’ottima parata su Politano, fa venire i capelli bianchi ai tifosi azzurri con un’uscita alla kamikaze: lascia vuota la porta e fa un takle quasi a centrocampo su di un attaccante nero verde… Genio e sregolatezza.

All’ultimo minuto di recupero Callejon invece di andare a perdere tempo verso la bandierina si smarca e cerca Higuain che prende la mira e non sbaglia il suo 20° gol in 20 partite: un mostro!

Buono inserimento di Chiriches, sostituito da  Koulibaly sul finale, solita staffetta Insigne-Mertens e Hamsik-Lopez ma sol negli ultimissimi minuti: il capitano anche oggi ha giocato a livelli altissimi.

Cose positive:

– la voglia di ribaltare il risultato e di vincere contro tutto e tutti

– Kallejon si è sbloccato

– il turn over funziona;

cose meno positive:

– per la quarta partita di fila subiamo un gol, ma lì davanti abbiamo il Pipita!

 

 

Mario Scalella

Nato a Napoli, vive a Milano dall’anno del primo scudetto azzurro. Laureato in giurisprudenza, lavora presso l’ufficio legale di un noto gruppo bancario. Ha giocato a calcio, ottenendo migliori risultati nel canottaggio e nella pallanuoto nel cui ambito ha anche maturato esperienza da dirigente sportivo. Ha collaborato con WaterpolOnline ed altre testate sul web che si occupano di sport, di Napoli e di napolitudine.