Detto
Ad litteram
Significato
Keywords
Filter by Custom Post Type
Filter by Categories
Categorie
altro
amicizia
amori
animali
arti
campagna
casa
comportamenti
comprare
coniugi
donna
economia
famiglia
figli
fortuna
furbizia
gioventu
lavoro
leggi
luoghi
maledizioni
mare
medicine
pericoli
personaggi
purezza
relazioni
religione
ricchezza
stagioni
suggerimenti
uomo
vecchiaia
vendere
wellerismo
Tipologie
detti
espressioni
lemmi

Insalata di mare con cappesante, moscardini, gamberi e canocchie

0

insalata-di-mare-con-gamberiE’ un piatto semplice anche se un po’ lungo nell’esecuzione. Ma, dopo un pò di sofferenza (nella preparazione), ci sarà il premio di un ventaglio di deliziosi sapori.

 

 

Ingredienti per 4 persone

  • almeno 1 kg e 200 g di cappesante
  • moscardini
  • gamberi e canocchie

Esecuzione
Siccome i quattro ingredienti hanno i tempi di cottura ecco le procedure per prepararli singolarmente.

Cottura delle cappesante
La prima operazione consiste nello staccare i molluschi dalla conchiglia e lavarli accuratamente sotto l’acqua corrente (spesso si incontrano fastidiosi residui di sabbia). Fatto ciò risistemateli ciascuno nel rispettivo guscio, che avrete pulito e preparato. Cospargete le cappe di aglio e prezzemolo tritato, una spolverata di pane grattato, un filo d’olio, sale e pepe completeranno il tutto. 10 minuti nel forno sono sufficienti per la cottura.

Cottura dei moscardini
Mettete al fuoco una pentola molto capace piena d’acqua, aggiungete il sedano, la carota e un cucchiaio d’aceto e portate a bollore. Aggiungete i moscardini, che altro non sono se non dei piccoli e teneri polpetti, in precedenza mondati (bisogna togliere loro il rostro e i bulbi oculari) e lasciateli cucinare per circa 30 minuti. Scolateli, tagliateli per metà nel senso della lunghezza e serviteli conditi con olio, succo di limone, sale e pepe. E’ preferibile servirli caldi, ma sono ottimi anche tepidi o freddi.

Cottura delle canocchie
Disporre le canocchie a strati sul fondo di una casseruola riempita con uno/due dita d’acqua, coprite con un telo pulito (non lavato con detersivi) e sistematevi sopra un peso (piatto o pietra). Mettete il coperchio e fate cuocere 5 minuti. Le canocchie vanno servite con un filo d’olio e prezzemolo.

Cottura dei gamberetti
Mettete a bollire in una pentola abbondante acqua calda con un pizzico di sale grosso. Quando l’acqua inizia a bollire mettete a cuocere i gamberetti per 3 minuti. Scolateli, lasciateli raffreddare quindi sgusciateli. Anche i gamberetti vanno conditi con un filo d’olio e del prezzemolo.

Assemblate i componenti
Terminata la preparazione dei quattro componenti disponeteli (ancora caldi) in un piatto: per ogni commensale 2 moscardini, due can-nocchie e una cappasanta e una decina di gamberetti. Guarnite con delle fette di limone. A parte la cappasanta che ha già un suo sapore definito ogni commensale completerà a suo piacimento il condimento, con olio (d’oliva extravergine), sale, pepe e limone.

 

Mimmo Corcione

Non è un cuoco ma è un grande appassionato di cucina. E’ un buongustaio e buon conoscitore delle ricette tipiche regionali. E’ nato a Boscotrecase (Napoli) il 1946 sotto il segno dell’Acquario e per tutta la sua vita si è dedicato alla matematica e l’informatica. Da quanto è andato in pensione, si dedica con passione a raccogliere antiche ricette e a cucinarle (per i sui cari) nella loro versione originale. Si definisce un “viaggiatore del gusto poco distratto” . Da anni sostiene la battaglia contro il “fast food” e ritiene che anche la preparazione di un semplice panino richieda “arte, passione e tempo”. Ama i Beatles e Hitchcock.