Detto
Ad litteram
Significato
Keywords
Filter by Custom Post Type
Filter by Categories
Categorie
altro
amicizia
amori
animali
arti
campagna
casa
comportamenti
comprare
coniugi
donna
economia
famiglia
figli
fortuna
furbizia
gioventu
lavoro
leggi
luoghi
maledizioni
mare
medicine
pericoli
personaggi
purezza
relazioni
religione
ricchezza
stagioni
suggerimenti
uomo
vecchiaia
vendere
wellerismo
Tipologie
detti
espressioni
lemmi

Lazio- Napoli 1-1 – La partita

0

Soccer: Italy Cup; Lazio-NapoliBuon risultato del Napoli che riesce a pareggiare 1 a 1 con Gabbiadini l’andata della semifinale con la Lazio dopo essere andati in svantaggio nel primo tempo su goal di Klose. Il goal in trasferta rappresenta un buon vantaggio per la partita di ritorno tra un mese al San Paolo.

Partita di buona intensita’ tra le 2 squadre, nonostante la pioggia battente su Roma, che si svolge in un Olimpico con soli 27.000 spettatori nonostante l’importanza del match e gli appelli di Pioli.

Inutile parlare dei soliti cori beceri e discriminatori sul Napoli e su Napoli, che hanno accompagnato l’inizio e molte fasi della partita.

Nel primo tempo il Napoli soffre la maggior intensita’ della Lazio, molto presente a centrocampo e pericoloso sui calci d’angolo e sulle ripartenze.

Il Napoli, con 6 cambi rispetto alla partita di Torino, si schiera con il consueto 4-2-3-1 e parte aggressivo, conquistando subito al 5′ una punizione non sfruttata da Gabbiadini.

Successivamente pero’ sale la Lazio approfittando di una migliore condizione atletica e di una tenuta imperfetta della difesa e del centrocampo azzurro.

La prima occasione della partita e’ per la Lazio all’8′, su ennesimo corner regalato in questa nostra stagione, Klose sovrasta il diretto marcatore e coglie il palo ad Andujar battuto.

Proviamo a giocare ed a pressare alti ma subiamo le ripartenze della Lazio, con occasioni potenziali per Klose e Felipe Anderson su cui chiudiamo sempre in affanno.

Non riusciamo a produrre nella prima fase particolari occasioni, anche se attacchiamo spesso soprattutto da sinistra con Mertens in buona serata, ma senza creare particolari pericoli.

Le due squadre in generale si affrontano a viso aperto con frequenti capovolgimenti di fronte.

Britos commette un fallo inutile a centrocampo per cercare l’anticipo su Klose e rimedia un giallo evitabile (21′).

Al 26′ gli azzurri hanno grande occasione per andare in vantaggio, con Higuain pescato davanti al portiere da un grande assist di Mertens che prende in contro-tempo la difesa schierata, ma il Pipita, forse col timore di essere in fuorigioco, sfiora solo il pallone consentendo la parata a Berisha.

La Lazio reagisce subito esercitando una forte pressione con la nostra difesa che chiude in costante affanno, prima su Cataldi e poi soffrendo su 3 calci d’angolo consecutivi (in particolare la migliore occasione in questa fase capita a Parolo su rimpallo, palla alta a causa di una deviazione).

Le ripartenze della Lazio portano al goal di Klose al 33′, su azione di ribaltamento in 3 contro 3 di Felipe Anderson, che porta palla fino ai limiti dell’area non arginato dal nostro centrocampo ed imbecca l’attaccante laziale che in scivolata anticipa un incolpevole Andujar. Bravi loro, ma noi consentiamo troppo facilmente gli inserimenti ai centrocampisti ed agli attaccanti avversari.

Subito il goal il Napoli ha un momento di sbandamento, anche se abbiamo l’occasione per pareggiare di nuovo con Higuain, che in seguito a rimpallo dopo un’uscita errata di Berisha anticipato su un cross da un proprio difensore, tira di poco a lato da posizione defilata al 41′.

Successivamente pero’ rischiamo per 2 volte consecutive di capitolare, quando Klose, su errore nella diagonale di Ghoulam, si ritrova solo davanti ad Andujar che fortunatamente riesce a parare chiudendo lo specchio al tedesco, e sulla successiva ribattuta c’e’ il salvataggio sulla linea di Britos su tiro a colpo sicuro di Felipe Anderson.

Nella ripresa il Napoli entra in campo con determinato creando subito occasioni per il pareggio.
Nei primi 8′ della ripresa abbiamo 3 occasioni nitide, con Gabbiadini al 47′ anticipato da Radu prima di battere a rete, la traversa di David Lopez su corner di Gabbiadini al 49′ che pareggia il conto dei pali e
miracolo di Berisha al 53′ su tiro da fuori di Gabbiadini leggermente deviato.

Al 57′ finalmente concretizziamo una delle tante occasioni da rete, con una ripartenza veloce ispirata da un grande lancio di Mertens che pesca Higuain solo davanti a Berisha, il Pipita invece di battere indisturbato a rete dal dischtto, si allarga per cercare di dribblare il portiere e colpisce male verso la porta, con Manolo che intelligentemente ha seguito l’azione e trasforma l’errore di Gonzalo in un assist mettendo la palla in porta da 2 passi.
E’ un pari meritato per le occasioni create, anche se continuiamo a soffrire un po’ troppo in difesa contro Felipe Anderson e Klose, mentre per fortuna Candreva non e’ in una delle sue migliori serate.

Al 61′ rischiamo lasciando colpevolmente Klose libero di battere a rete dal limite dell’area, ma Andujar alza in angolo un tiro forte ma centrale.

Al 67′ abbiamo l’occasione per andare in vantaggio con Ghoulam in percussione laterale, ma il tiro in porta viene ribattuto in corner.

La partita e’ viva ed entrambe le squadre potrebbero raddoppiare.

I cambi iniziano al 72′, per noi esce Manolo ed entra Callejon per la Lazio, Keita per Candreva.

La migliore occasione capita al Napoli al 76′ con una fantastica azione sulla sinistra di Mertens, che salta il diretto avversario e mette al centro per De Guzman, che da posizione favorevole tira su Radu che di spalle devia la palla in angolo.

Rischiamo ancora in contropiede per fortuna Britos chiude in extremis su Keita, e nella scivolata rimedia un infortunio, costringendo Benitez a mettere dentro Koulibaly.

I cambi finali (Hamsik per De Guzman e Perea per Klose) non cambiano la partita. Negli ultimi minuti nonostante l’intensita’ rimanga alta da parte di entrambe, non ci sono occasioni di goal rilevanti, a parte un po’ di apprensione da parte nostra sui calci d’angolo degli avversari, ed una parata di Berisha su tiro di Inler da fuori al 91′.

In conclusione un buon pareggio, in una partita difficile e ben giocata come intensita’ ed occasioni da rete, che ha restituito a noi tifosi ed a Mister Benitez nel post partita il sorriso e ci da ottimismo per la partita di ritorno e convinzione per perseguire tutti i nostri obiettivi.

Siamo ancora in corsa per tutto, sin prisa, sin pausa.

 

 

Fausto Fenuti

Fausto Fenuti

Napoletano, sposato con una napoletana, dipendente responsabile ma tifoso irresponsabile, follemente devoto al Napoli da quando all'età di 5 anni ha visto per la prima volta Diego. Appassionato di storia e tradizione napoletana anche grazie ai racconti della Nonna!