Detto
Ad litteram
Significato
Keywords
Filter by Custom Post Type
Filter by Categories
Categorie
altro
amicizia
amori
animali
arti
campagna
casa
comportamenti
comprare
coniugi
donna
economia
famiglia
figli
fortuna
furbizia
gioventu
lavoro
leggi
luoghi
maledizioni
mare
medicine
pericoli
personaggi
purezza
relazioni
religione
ricchezza
stagioni
suggerimenti
uomo
vecchiaia
vendere
wellerismo
Tipologie
detti
espressioni
lemmi

Le Pagelle di Napoli – Bologna 6 – 0

0
Fotosud - NAPOLI BOLOGNA esultanza gol gabbiadini (RENATO ESPOSITO NEWFOTOSUD)Reina s.v. Mai impegnato nella ripresa ha chiesto una sedia ed un crodino
Hysaj 6 Sulla sua fascia non si passa e quando ci prova il da me tanto rimpianto Junglamen una lacrima di commozione solca il mio viso
Albiol 6 Ordinaria amministrazione contro un più che evanescente attacco felsineo
Koulibaly 6 Ordinaria amministrazione contro un più che evanescente attacco felsineo
Ghoulam 6 Padrone della sua fascia ma forse il Bologna era venuto davvero in gita a Napoli
Allan 7 Quello che ha giocato a Milano doveva essere il fratello scemo
Jorginho 7 Quello che ha giocato a Milano doveva essere il fratello scemo
Hamsik 6,5 E’ il più pericoloso ad inizio partita poi gioca in maniera un po’ anonima i restanti minuti
Callejon 6,5 Si procura un, generoso, rigore ma non riesce ad essere sufficientemente incisivo in avanti
Gabbiadini 7,5 Doppietta per lui che spiana la roboante vittoria. Perché è il primo ad essere sostituito caro Maurizio Sarri?
Mertens 7,5 Tripletta per il folletto belga che si mangia la dormiente difesa bolognese come e quando vuole
Insigne s.v. Subentra a Gabbiadini ma non riesce partecipare al festival del gol partenopeo
El Kaddouri s.v. Un bell’assist per Dries e belle giocate che dovrebbero far capire al nostro tecnico che meriterebbe almeno un po’ più di spazio
David Lopez s.v. Se segna anche Scarpone Lopez la fine del mondo è più vicina
Sarri 6 I suoi meriti sono innegabili ma qualche errore suo di troppo ci è costato probabilmente lo scudetto
Gervasoni 6 Sufficiente il suo arbitraggio
Mario Scalella

Nato a Napoli, vive a Milano dall’anno del primo scudetto azzurro. Laureato in giurisprudenza, lavora presso l’ufficio legale di un noto gruppo bancario. Ha giocato a calcio, ottenendo migliori risultati nel canottaggio e nella pallanuoto nel cui ambito ha anche maturato esperienza da dirigente sportivo. Ha collaborato con WaterpolOnline ed altre testate sul web che si occupano di sport, di Napoli e di napolitudine.