Detto
Ad litteram
Significato
Keywords
Filter by Custom Post Type
Filter by Categories
Categorie
altro
amicizia
amori
animali
arti
campagna
casa
comportamenti
comprare
coniugi
donna
economia
famiglia
figli
fortuna
furbizia
gioventu
lavoro
leggi
luoghi
maledizioni
mare
medicine
pericoli
personaggi
purezza
relazioni
religione
ricchezza
stagioni
suggerimenti
uomo
vecchiaia
vendere
wellerismo
Tipologie
detti
espressioni
lemmi

Melanzane in carrozza

0

melanzane-in-carrozzaIntroduzione

Sono un parallelo vegetale della mozzarella in carrozza. Al posto delle fette di pane ci vanno le fette di melanzane fritte.

 

 

 

Ingredienti (per 4 persone)

  • 1 kg di melanzane (quelle lunghe)
  • 300 g di mozzarella
  • 150 g di farina
  • sale quanto basta
  • olio di semi per friggere

Esecuzione
Sbucciate le melanzane, tagliatele per lungo a fette alte circa mezzo centimetro e mettetele a colare in uno scolapasta col sale.

Dopo circa mezz’ora strizzatele, fatele friggere in olio bollente senza farle dorare eccessivamente e ponetele su una carta assorbente.

Tagliate la mozzarella a fettine non troppo spesse che metterete ciascuna tra due melanzane.

Infarinate questo sandwich e passatelo nell’uovo. Friggetelo finché non avrà preso un bel colore dorato.

Nota
Tutti i piatti che seguono in questa nota sono ricavati dalla ricetta della “mozzarella in carrozza” che prevede un sandwich di due fette di pane raffermo (appena ammollato in un pò di latte) con la mozzarella all’interno, prima passato nella farina, poi nell’uovo e infine fritto. Allo stesso modo si possono preparare anche le zucchine in carrozza. Il procedimento è identico. L’importante è trovare zucchine di taglia medio grossa.

 

Mimmo Corcione

Non è un cuoco ma è un grande appassionato di cucina. E’ un buongustaio e buon conoscitore delle ricette tipiche regionali. E’ nato a Boscotrecase (Napoli) il 1946 sotto il segno dell’Acquario e per tutta la sua vita si è dedicato alla matematica e l’informatica. Da quanto è andato in pensione, si dedica con passione a raccogliere antiche ricette e a cucinarle (per i sui cari) nella loro versione originale. Si definisce un “viaggiatore del gusto poco distratto” . Da anni sostiene la battaglia contro il “fast food” e ritiene che anche la preparazione di un semplice panino richieda “arte, passione e tempo”. Ama i Beatles e Hitchcock.