Detto
Ad litteram
Significato
Keywords
Filter by Custom Post Type
Filter by Categories
Categorie
altro
amicizia
amori
animali
arti
campagna
casa
comportamenti
comprare
coniugi
donna
economia
famiglia
figli
fortuna
furbizia
gioventu
lavoro
leggi
luoghi
maledizioni
mare
medicine
pericoli
personaggi
purezza
relazioni
religione
ricchezza
stagioni
suggerimenti
uomo
vecchiaia
vendere
wellerismo
Tipologie
detti
espressioni
lemmi

Pensieri sparsi di un tifoso deluso…

0

Higuain_DniproGiornata pesantissima: oggi buona parte dei residenti a Napoli, con l’aggiunta dei tifosi sparsi per mezzo mondo, avrebbero bisogno di sdraiarsi sul lettino dello psicanalista, o altrimenti di un prete – di quelli buoni – per sanare le proprie ferite interiori…

Rifletto sul fatto che il Napoli ha veramente gettato al vento un’occasione grande come Piazza Plebiscito per vincere una coppa europea. Quando ci ricapiterà un’occasione del genere?

Nel girone a quattro ha giocato contro squadre modestissime (riuscendo a perdere una partita con lo Young Boys, squadra svizzera da Campionato Promozione).

Nei sedicesimi ha trovato lo scarsissimo Trazbonspor, negli ottavi la mediocre Dinamo Mosca, nei quarti l’unica squadra di prestigio: il Wolfsburg. Forse gli Azzurri mentalmente hanno ritenuto che quella fosse la vera finale e dopo hanno mollato.

Infine il Dnipro, squadra tosta ma equiparabile all’Atalanta o al Chievo.

Il fatto che quest’anno il Napoli abbia avuto pochi abbonati e che il San Paolo sia stato spesso semi-vuoto non è casuale: il tifoso del Napoli ha una sua sensibilità, è competente, si accorge quando la squadra merita perché dà l’anima e quando è competitiva, ma soprattutto il tifoso del Napoli, proprio perché è napoletano, DETESTA ESSERE PIGLIATO PER FESSO.

Già dopo la doppia sfida col Bilbao, ad agosto, il tifoso napoletano “adduraje ‘o fieto do miccio“…

Purtroppo questi ragazzi non hanno mai dato l’impressione di sudarsi lo stipendio, hanno mostrato pecche caratteriali prima ancora che tecniche. Hanno giocato con ingenuità e pressapochismo e molti allenatori, da Iachini a Sarri a Colantuono ecc. ne hanno approfittato.

Un errore in una partita ci può stare, ma di errori pacchiani ne abbiamo visti talmente tanti, in via sistematica, da arrivare a farci l’abitudine. Il brutto è che di errori ne ha fatti tanti anche Benitez: dalle formazioni ai cambi, alla messa in campo dei giocatori, agli schemi (anzi: LO schema), ai rapporti con i media e da un allenatore della sua fama e soprattutt strapagato come lui si poteva e doveva pretendere molto di più, anche ieri sera.

Questo Napoli ha un grandissimo demerito: di non essere stato capace di farsi amare dal popolo dei propri tifosi, anzi di averli divisi. Inutile nascondercelo: con la sconfitta di Kiev il ciclo che doveva nascere dopo la partenza di Mazzarri e del Matador e con l’avvento di Benitez ed Higuain, appare ormai finito.

Vogliamo dire che sia stato un fallimento completo? Assolutamente no, visto che nel 2014 abbiamo conquistato l’accesso alla Champions (poi sprecato a Bilbao), la quinta Coppa Italia (purtroppo coincisa con la tragica morte di Ciro) e la seconda Supercoppa.

Nel 2015 … zero tituli!

Si sente dire che senza Champions Benitez ed i migliori andranno via? Pazienza: ricominceremo con un Napoli operaio, senza i proclami di vittoria di De Laurentiis che ama gonfiare la coda del pavone (un po’ meno  dover mettere mano al portafoglio).

Ultimo pensiero: passano le partite, si perdono le occasioni, si soffre e ci si rialza e si ricomincia a guardare il sole.

Passano gli allenatori, passano i giocatori, ma resta sempre l’amore per il Colore delle nostre maglie: FORZA NAPOLI SEMPRE!

Mario Scalella

Nato a Napoli, vive a Milano dall’anno del primo scudetto azzurro. Laureato in giurisprudenza, lavora presso l’ufficio legale di un noto gruppo bancario. Ha giocato a calcio, ottenendo migliori risultati nel canottaggio e nella pallanuoto nel cui ambito ha anche maturato esperienza da dirigente sportivo. Ha collaborato con WaterpolOnline ed altre testate sul web che si occupano di sport, di Napoli e di napolitudine.