Detto
Ad litteram
Significato
Keywords
Filter by Custom Post Type
Filter by Categories
Categorie
altro
amicizia
amori
animali
arti
campagna
casa
comportamenti
comprare
coniugi
donna
economia
famiglia
figli
fortuna
furbizia
gioventu
lavoro
leggi
luoghi
maledizioni
mare
medicine
pericoli
personaggi
purezza
relazioni
religione
ricchezza
stagioni
suggerimenti
uomo
vecchiaia
vendere
wellerismo
Tipologie
detti
espressioni
lemmi

Perchè largo Carolina ha tale nome?

0
Piazza Carolina
Largo Carolina

 

 

  • Largo Carolina: tra via Chiaia, piazza del Plebiscito, via Gennaro Serra e vico Santo Spirito di  Palazzo
  • Quartiere: San Ferdinando

 

 

Il largo, collocato in una delle più belle zone di Napoli, prende il nome dalla moglie del re Gioacchino Murat (Carolina Bonaparte), il quale nel 1806, nel pieno del cosiddetto decennio francese, si fece costruire il palazzo della Foresteria, che oggi ospita la Prefettura, consegnato solo nel 1815.

caroline_bonaparte
Carolina Bonaparte

Il nome della piazza è stato un pò … ballerino: infatti inizialmente intitolato all’augusta consorte, con il ritorno dei Borbone a Napoli, la piazza fu intitolata alla vicina chiesa neoclassica voluta da Ferdinando I (San Francesco di Paola), sempre mantenendo l’uso originario, salvo ritornare al nome originario con l’unità d’Italia.

Dove ora sorge la Prefettura precedentemente esisteva un convento (Spirito Santo a Palazzo) fatto abbattere per agevolare i lavori di costruzione della foresteria. Perchè “a Palazzo”? Semplicemente perchè si trovava di fronte al vecchio palazzo vicereale…

Un’ultima annotazione: non fate confusione con l’altra Carolina (Maria Carolina d’Austria), moglie di re Ferdinando I, di cui vi abbiamo accennato a proposito di un’espressione napoletana.

Dove si trova?

 
Giovanni Vitiello

Orgogliosamente napoletano, da tempo emigrato consapevole, è un dirigente di un gruppo bancario internazionale e si occupa di comunicazione e gestione della conoscenza aziendale. Vive tra Milano (lavoro) e Verona (famiglia) ed è tra i promotori dell'iniziativa "Dettinapoletani". Ha due grandi passioni: Napoli e il Napoli.