Detto
Ad litteram
Significato
Keywords
Filter by Custom Post Type
Filter by Categories
Categorie
altro
amicizia
amori
animali
arti
campagna
casa
comportamenti
comprare
coniugi
donna
economia
famiglia
figli
fortuna
furbizia
gioventu
lavoro
leggi
luoghi
maledizioni
mare
medicine
pericoli
personaggi
purezza
relazioni
religione
ricchezza
stagioni
suggerimenti
uomo
vecchiaia
vendere
wellerismo
Tipologie
detti
espressioni
lemmi

Riso con cozze e patate

0

riso-cozze-patateIntroduzione

Non è stato facile ma c’è l’ho fatta. E’ bastato ricordare e imitare un grande chef (di nome Baldino) che ho visto in azione in un rinomato ristorante di Lecce nel proporre questo piatto che come lui tenne a precisare non aveva niente a che fare con “il ruoto” (o tiella) Pugliese.

 

Ingredienti (per 4 persone)

  • 1/2 kg di cozze
  • 8 pomodorini o 4 bei filetti di pomodoro Cirio
  • 1 ciuffetto di prezzemolo
  • 2 spicchi d’aglio
  • 4 patate medie
  • 4 tazzine di riso (Vialone nano o Arborio)
  • 2 cucchiai di parmigiano
  • 4 cucchiai d’olio
  • 1 punta di peperoncino (oppure pepe bianco)
  • 1/2 bicchiere di vino bianco (l’ideale è il Biancolella d’Ischia ma voi comunque aggiungete il vino bianco che avete in casa purché sia buono e secco)

Esecuzione

In un grande tegame mettere l’olio, l’aglio e il peperoncino. Quando l’aglio è imbiondito, versate i pomodori. Dopo 2-3 minuti mettete le cozze e il vino e attendete che le cozze si aprano.

Sospendete la cottura. Togliete solo le cozze, sgusciatele e mettetele in un piatto. Nella pentola è rimasto tutto il sugo (pomodoro e il liquido delle cozze).

Riprendete la cottura e mettete nella pentola le patate tagliate a rondelle distribuendole in modo equo (come mattonelle) e dopo cinque minuti di cottura aggiungere il formaggio e il riso (riso e formaggio vanno distribuiti con cura). A questo punto se avete fatto le cose con cura, il riso dovrebbe essere appena sotto il livello del liquido.

Cuocete per circa 18 minuti avendo l’accortezza di non fare asciugare troppo il riso e le patate (consiglio di aggiungere di tanto in tanto del brodo vegetale).

Quasi a fine cottura aggiungere le cozze sgusciate e il prezzemolo tritato. Spegnete i fuochi.

E servite per ogni commensale due palette di composto adagiandole nel piatto.

Nota

Il sale nella ricetta non è contemplato perché in genere l’acqua delle cozze ha sale a sufficienza.


La videoricetta

Mimmo Corcione

Non è un cuoco ma è un grande appassionato di cucina. E’ un buongustaio e buon conoscitore delle ricette tipiche regionali. E’ nato a Boscotrecase (Napoli) il 1946 sotto il segno dell’Acquario e per tutta la sua vita si è dedicato alla matematica e l’informatica. Da quanto è andato in pensione, si dedica con passione a raccogliere antiche ricette e a cucinarle (per i sui cari) nella loro versione originale. Si definisce un “viaggiatore del gusto poco distratto” . Da anni sostiene la battaglia contro il “fast food” e ritiene che anche la preparazione di un semplice panino richieda “arte, passione e tempo”. Ama i Beatles e Hitchcock.