Detto
Ad litteram
Significato
Keywords
Filter by Custom Post Type
Filter by Categories
Categorie
altro
amicizia
amori
animali
arti
campagna
casa
comportamenti
comprare
coniugi
donna
economia
famiglia
figli
fortuna
furbizia
gioventu
lavoro
leggi
luoghi
maledizioni
mare
medicine
pericoli
personaggi
purezza
relazioni
religione
ricchezza
stagioni
suggerimenti
uomo
vecchiaia
vendere
wellerismo
Tipologie
detti
espressioni
lemmi

Riso con verza e pancetta fresca

0

Risotto-con-verza-e-pancettaIntroduzione

Anche questo piatto appartiene alla cultura popolare. E’ presente in molte regioni italiane. Qui trascrivo la ricetta che mi ha fornito mio cugino Peppino che di professione fa il panificatore.

 

 

Ingredienti (per 4 persone)

  • 250 g di riso
  • 300 g di verza
  • 1/2 bicchiere di vino bianco secco
  • 200 g di pancetta fresca
  • 1 cipolla bianca
  • brodo vegetale o di dado sempre caldo
  • olio d’oliva extravergine
  • burro
  • parmigiano reggiano grattugiato
  • sale e pepe quanto basta

Esecuzione

Preparate del brodo vegetale (acqua salata, carota, sedano, cipolla) oppure del brodo di dado. Lavate la verza, sgocciolatela e tagliatela a listarelle. Mondate e tritate la cipolla. Fatela appassire in una casseruola con 2 cucchiai d’olio e 25 grammi di burro. Unite la pancetta fresca, tagliata a tocchi.

Quando la pancetta si è rosolata, aggiungete il riso e fatelo insaporire bene nel fondo. Irroratelo con il vino bianco secco, fatelo evaporare e aggiungete qualche mestolino di brodo bollente. Aggiungete dell’altro brodo, sempre mescolando di tanto in tanto, finché tutto sarà stato assorbito e il riso sarà giunto a cottura.

Mantecate il risotto con una noce di burro e con 2 o 3 cucchiaiate di parmigiano grattugiato, quindi portatelo in tavola immediatamente.

Nota

La verza è un ortaggio che non piace a tutti. Molto spesso perché nella loro educazione alimentare non è stata loro proposta. Abituate i vostri figli a mangiare tutte le verdure. Ogni ortaggio ha un suo punto di forza e le proprie peculiarità.

La videoricetta

Mimmo Corcione

Non è un cuoco ma è un grande appassionato di cucina. E’ un buongustaio e buon conoscitore delle ricette tipiche regionali. E’ nato a Boscotrecase (Napoli) il 1946 sotto il segno dell’Acquario e per tutta la sua vita si è dedicato alla matematica e l’informatica. Da quanto è andato in pensione, si dedica con passione a raccogliere antiche ricette e a cucinarle (per i sui cari) nella loro versione originale. Si definisce un “viaggiatore del gusto poco distratto” . Da anni sostiene la battaglia contro il “fast food” e ritiene che anche la preparazione di un semplice panino richieda “arte, passione e tempo”. Ama i Beatles e Hitchcock.