Detto
Ad litteram
Significato
Keywords
Filter by Custom Post Type
Filter by Categories
Categorie
altro
amicizia
amori
animali
arti
campagna
casa
comportamenti
comprare
coniugi
donna
economia
famiglia
figli
fortuna
furbizia
gioventu
lavoro
leggi
luoghi
maledizioni
mare
medicine
pericoli
personaggi
purezza
relazioni
religione
ricchezza
stagioni
suggerimenti
uomo
vecchiaia
vendere
wellerismo
Tipologie
detti
espressioni
lemmi

Sgombro con olive e scalogno

0

sgombro-con-oliveIntroduzione

Un piatto dai sapori decisi pronto in cinque minuti. E’ dedicato a coloro che difendono lo sgombro contro il prevalere del tonno. I partiti dei “sgombristi” e dei “tonnisti” non dovrebbero esistere, entrambi sono due pesci splendidi e vanno apprezzati per le loro peculiarità organolettiche.

 

Ingredienti (per una persona)

  • 2 filetti di sgombri sott’olio (meglio quelli che si comprano nei banchi di un supermercato in scatole rotonde molto grandi)
  • 4 olive nere greche (tipo Kalamata)
  • 1 scalogno
  • 2 cucchiai d’olio d’oliva extravergine
  • sale
  • pepe bianco quanto basta

Esecuzione
Mettete lo scalogno in acqua per almeno mezz’ora quindi affettatelo finemente.

Disponete in un piatto i filetti di sgombro tagliati con la forchetta, adagiate sopra le olive e circondate lo sgombro con lo scalogno a fette sottili.

Spolverate con pepe bianco in superficie e condite con un paio di cucchiai d’olio d’oliva extravergine.

Nota
Per rinfrescare potete guarnire con un rametto di prezzemolo o un pò di aneto (l’aneto é un’erba aromatica annuale il cui fresco aroma ricorda ad alcuni quello del finocchio, ad altri quelli dell’anice, del cumino o della menta). Accompagnate il piatto con un vino bianco di grande struttura: un Greco di Tufo delle colline Avellinesi servito a 10-12° C.

Mimmo Corcione

Non è un cuoco ma è un grande appassionato di cucina. E’ un buongustaio e buon conoscitore delle ricette tipiche regionali. E’ nato a Boscotrecase (Napoli) il 1946 sotto il segno dell’Acquario e per tutta la sua vita si è dedicato alla matematica e l’informatica. Da quanto è andato in pensione, si dedica con passione a raccogliere antiche ricette e a cucinarle (per i sui cari) nella loro versione originale. Si definisce un “viaggiatore del gusto poco distratto” . Da anni sostiene la battaglia contro il “fast food” e ritiene che anche la preparazione di un semplice panino richieda “arte, passione e tempo”. Ama i Beatles e Hitchcock.

Lascia un commento...