Detto
Ad litteram
Significato
Keywords
Filter by Custom Post Type
Filter by Categories
Categorie
altro
amicizia
amori
animali
arti
campagna
casa
comportamenti
comprare
coniugi
donna
economia
famiglia
figli
fortuna
furbizia
gioventu
lavoro
leggi
luoghi
maledizioni
mare
medicine
pericoli
personaggi
purezza
relazioni
religione
ricchezza
stagioni
suggerimenti
uomo
vecchiaia
vendere
wellerismo
Tipologie
detti
espressioni
lemmi

Ultimi arrivi… (23 febbraio 2016)

0

Ultimi-Arrivi

Abbiamo caricato nel nostro database nuovi proverbi e modi di dire.

Se ne cerchi uno in particolare, usa il motore di ricerca dedicato, che trovi in tutte le pagine del nostro portale.

Se ne hai qualcuno da proporre, scrivici alla nostra casella di posta: redazione@dettinapoletani.it.


 

Tre cose arruvinano ‘a giuventù: iuoco, femmene e cantina
Tre cose rovinano i giovani: il gioco, le donne e il bere
Si tratta di  un proverbio di assoluta attualità…

Tre cose nun se ponno annasconnere: l’ommo muorto, ‘a varca scassata e ‘a femmena prena
Tre cose non è possibile nascondere: il cadavere di un uomo, la barca che fa acqua e la donna in attesa
Più chiaro di così…

Chi passa currenno, nun se n’ addona
Chi va di fretta non si accorge di quello che succede attorno
Molte volte la fretta ci fa perdere di vista cose veramente importanti

D’ ‘o muorto e dd’ ‘a sposa se parla pe otto juòrne
Del morto e della sposa se ne parla per otto giorni
Gli eventi (morte e matrimonio) tengono banco per lungo tempo

Giacchino mettette ‘a legge e Giacchino fuje ‘mpiso
Gioacchino dettò la legge ed egli stesso fu impiccato
Spesso si è vittima del proprio comportamento e delle proprie decisoni

E ppernacchie ‘e ttène pe’ ssurdigline
Considera le pernacchie come fossero suoni di campanelline
Rivolto a chi ritiene le critiche…complimenti!

‘E strunze: Die ‘e fà e po’ l’accoppia
Gli stupidi: Dio li crea e poi li mette insieme
Analogo del proverbio italiano: “Dio li fa e poi li accoppia”

L’avimmo fatto ‘e stramàcchio
L’abbiamo fatto di nascosto
Si dice di quelle attività fatte in tutta segretezza

L’abbrucia ‘o paglione
Gli sta bruciano il pagliericcio
E’ rimasto scottato

L’arte d’ ‘e pazze pure è arte
L’arte dei pazzi è pur essa un’arte
L’arte dei pazzi, fare tante cose senza senso, a volte è se stessa un’arte

Giovanni Vitiello

Orgogliosamente napoletano, da tempo emigrato consapevole, è un dirigente di un gruppo bancario internazionale e si occupa di comunicazione e gestione della conoscenza aziendale. Vive tra Milano (lavoro) e Verona (famiglia) ed è tra i promotori dell'iniziativa "Dettinapoletani". Ha due grandi passioni: Napoli e il Napoli.