Detto
Ad litteram
Significato
Keywords
Filter by Custom Post Type
Filter by Categories
Categorie
altro
amicizia
amori
animali
arti
campagna
casa
comportamenti
comprare
coniugi
donna
economia
famiglia
figli
fortuna
furbizia
gioventu
lavoro
leggi
luoghi
maledizioni
mare
medicine
pericoli
personaggi
purezza
relazioni
religione
ricchezza
stagioni
suggerimenti
uomo
vecchiaia
vendere
wellerismo
Tipologie
detti
espressioni
lemmi

Valanga Azzurra! Frosinone – Napoli 1-5

0

Soccer: Serie A; Frosinone-NapoliDice una nota canzone napoletana “Si adda succedere, succedarrà . . . “.
Il Napoli esce da questo weekend con le ali: già ieri c’erano stati segnali positivi allorchè la Fiorentina, squadra bella ma alquanto supponente, ha di nuovo perso in casa contro la rediviva Lazio e la Roma ha ancora rallentato, impattando col Milan.
Segnali ancora più favorevoli all’ora di pranzo, allorchè l’Inter non solo non è riuscita a battere il Sassuolo, ma in pieno recupero regala agli emiliani un rigore che Berardi realizza.
A questo punto il Napoli potrebbe giocare col freno a mano tirato: basterebbe un punto per fregiarsi del titolo platonico di “Campione d’Inverno” grazie al risultato diretto contro Inter e Juve.
Ma Sarri ed i suoi sono di quelli che non si accontantano MAI e gli Azzurri entrano in campo con la giusta grinta e concentrazione, riuscendo non solo ad imporre il proprio gioco (impressionante il numero di passaggi azzeccati e di palle conquistate dai difensori e dai centroampisti azzurri) ma anche di sfruttare il minor tasso tecnico degli avversari e la circostanza di giocare il primo tempo col sole alle spalle, sole che infastidisce non poco il portiere frusinate Zappino.
Ne nasce al 20° il gol su calcio d’angolo di Albiol con una mezza veronica dalla linea di fondo campo.
Il Napoli continua ad attaccare e dieci minuti dopo Higuain viene atterrato in area e dal dischetto, finalmente, non sbaglia.
17° centro per Pipita, che fin ora non è rimasto mai a secco di gol per due domeniche di fila.
Ripresa: timidi tentativi del pur volenteroso Frosinone ma il Napoli fa accademia, creando diverse palle gol.
Ne concretizza una col capitano Hamsik che dopo 14′ trova un varco libero e spara una staffilata nell’angolo sinistro della porta avversaria.
Passa un solo minuto ed arriva il capolavoro di Higuain che dribbla quattro avversari compreso il difensore centrale Diakite ed il portiere Zappino depositando la palla in rete: sono 18 segnature.SPORT FROSINONE NAPOLI RIGORE HIGUAIN FOTO MOSCA
Sarri lo sostituisce con Gabbiadini che alla prima occasione utile, al 71°, quasi da fermo tira una palla molto angolata che si abbassa e centra il sette a sinistra della porta di Zappino.
Altri cambi: esce Callejon, sempre generosissimo, sostituito da El Kaddouri e Hamsik per Chalobah.
La partita è finita con 20′ di anticipo e nell’unico momento in cui gli Azzurri abbassano la guardia il Frosinone si toglie la soddisfazione del gol della bandiera con una bella realizzazione di Sammarco.
Ottima prova di Strinic, che oggi ha giocato a sinistra al posto di Ghoulam.
Siamo a metà campionato e quindi c’è tanto da faticare, superare le temperature rigide dell’inverno, evitare la stanchezza fisica e mentale e gli imprevisti, tuttavia le statistiche dicono che chi è Campione d’Inverno quasi sempre lo sarà anche a maggio.
Senza trascurare gli altri fronti: mercoledì arriva l’Inter al San Paolo per la Coppa Italia e si sa, Sarri vuol sempre vincere.
Intanto stasera speriamo nella Samp, ma forse è pretendere troppo!

Mario Scalella

Nato a Napoli, vive a Milano dall’anno del primo scudetto azzurro. Laureato in giurisprudenza, lavora presso l’ufficio legale di un noto gruppo bancario. Ha giocato a calcio, ottenendo migliori risultati nel canottaggio e nella pallanuoto nel cui ambito ha anche maturato esperienza da dirigente sportivo. Ha collaborato con WaterpolOnline ed altre testate sul web che si occupano di sport, di Napoli e di napolitudine.