Detto
Ad litteram
Significato
Keywords
Filter by Custom Post Type
Filter by Categories
Categorie
altro
amicizia
amori
animali
arti
campagna
casa
comportamenti
comprare
coniugi
donna
economia
famiglia
figli
fortuna
furbizia
gioventu
lavoro
leggi
luoghi
maledizioni
mare
medicine
pericoli
personaggi
purezza
relazioni
religione
ricchezza
stagioni
suggerimenti
uomo
vecchiaia
vendere
wellerismo
Tipologie
detti
espressioni
lemmi

Zuppa di ceci con salvia e rosmarino

0

zuppa-di-ceciIntroduzione

E’ una delle zuppe di legumi che i miei nipoti preferiscono più di altre. Per loro, la zuppa di ceci, è un rito.

 

 

 


Ingredienti (per 4 persone)

  • 500 g di ceci secchi
  • 2 spicchi d’aglio
  • 4-5 foglie di salvia
  • 2 rametti di rosmarino
  • sale e pepe quanto basta
  • pane tostato
  • olio d’oliva extra vergine

Esecuzione
In una terrina mettete i ceci secchi e ricopriteli d’acqua, aggiungete un cucchiaino di bicarbonato e teneteli a mollo per almeno dodici ore.

Lavateli, scolateli e metteteli in una pentola. Aggiungete l’acqua fino a ricoprirli.

A parte intanto avete preparato un sacchettino di garza contenente due spicchi d’aglio la salvia e il rosmarino. Chiudete con dello spago il sacchettino e mettetelo nella pentola con i ceci. Cuocete a pentola coperta per due ore. Frullate metà dei ceci.

A questo punto riprendete la cottura per una decina di minuti dopo avere salato e pepato (suggerisco il pepe bianco). Servite con del pane biscottato, un filo d’olio d’oliva extravergine e se vi piace del formaggio grattugiato (parmigiano oppure pecorino romano).

Buon appetito.

Nota
A Napoli la zuppa è preparata con un battuto di lardo e al posto del rosmarino è messo il prezzemolo, inoltre i napoletani aggiungono la pasta (i tubetti o i maltagliati o la minuzzaglia ovvero la pasta mista).

In Puglia ho mangiato i ceci con i “troccoli” che sono tipici spaghetti pugliesi. Sono fatti con uno strumento di legno chiamato chitarra. Sono ottimi con le cime di rapa ma anche con sughi di pomodoro molto corposi oppure con una zuppa di ceci (preparata con battuto di lardo, cipolla, sedano, pomodori, ceci).

 

La videoricetta

Mimmo Corcione

Non è un cuoco ma è un grande appassionato di cucina. E’ un buongustaio e buon conoscitore delle ricette tipiche regionali. E’ nato a Boscotrecase (Napoli) il 1946 sotto il segno dell’Acquario e per tutta la sua vita si è dedicato alla matematica e l’informatica. Da quanto è andato in pensione, si dedica con passione a raccogliere antiche ricette e a cucinarle (per i sui cari) nella loro versione originale. Si definisce un “viaggiatore del gusto poco distratto” . Da anni sostiene la battaglia contro il “fast food” e ritiene che anche la preparazione di un semplice panino richieda “arte, passione e tempo”. Ama i Beatles e Hitchcock.