Detto
Ad litteram
Significato
Keywords
Filter by Custom Post Type
Filter by Categories
Categorie
altro
amicizia
amori
animali
arti
campagna
casa
comportamenti
comprare
coniugi
donna
economia
famiglia
figli
fortuna
furbizia
gioventu
lavoro
leggi
luoghi
maledizioni
mare
medicine
pericoli
personaggi
purezza
relazioni
religione
ricchezza
stagioni
suggerimenti
uomo
vecchiaia
vendere
wellerismo
Tipologie
detti
espressioni
lemmi

‘A Messa d’’e disperate

0

santa-messaLetteralmente: la Messa dei disperati

L’espressione sembra derivare da una situazione relativa ad una chiesa napoletana, quella della Pietà dei Turchini di Via Medina, famosa anche per l’annesso Conservatorio musicale (uno dei quattro ai tempi presenti a Napoli, che diedero vita all’attuale Conservatorio di San Pietro a Majella).

Una congregazione di frati (i frati della chiesa della Pietà) sin dalla fine del ‘500 raccoglieva gli orfanelli abbandonati per strada e provvedeva alla loro istruzione (anche e soprattutto nella musica e nel canto); la divisa dei fanciulli era costituita da una tunica e da un berretto entrambi di colore azzurrino: da qui il nome della chiesa.

Dopo questi doverosi cenni storici, occorre precisare che nella chiesa della Pietà dei Turchini, quando ancora non erano state istituite le messe serali, veniva celebrata l’ultima messa domenicale, precisamente alle ore 14,30.

Ovviamente chi vi partecipava giungeva in ritardo al tradizionale pranzo festivo, con grande disappunto dei commensali. Da qui la domanda “… ma sei stato alla messa dei disperati? “ che, oltre che nell’occasione specifica, viene utilizzata anche in tutti quei casi in cui occorre sottolineare la mancanza di puntualità di qualcuno.

Giovanni Vitiello

Orgogliosamente napoletano, da tempo emigrato consapevole, è un dirigente di un gruppo bancario internazionale e si occupa di comunicazione e gestione della conoscenza aziendale. Vive tra Milano (lavoro) e Verona (famiglia) ed è tra i promotori dell'iniziativa "Dettinapoletani". Ha due grandi passioni: Napoli e il Napoli.